La Tavola delle Emozioni

I Sentimenti e le emozioni ci accompagnano nell’arco della nostra intera esistenza.
Ognuno di noi le affronta in modo diverso, e sono proprio questi sentimenti e queste emozioni che fanno di noi individui unici, irripetibili, autentici.

Questo gioco mette in luce e ci fa scoprire come ogni individuo da un senso differente alla stessa emozione, reagisce e si muove in modo diverso. Ci aiuta a non standardizzare un comportamento e a non etichettare le emozioni dei bambini in base ai loro comportamenti.
Questa attività può essere proposta dopo che gli alunni hanno interiorizzato la capacità di riconoscere i propri stati d’animo e di identificarli in alcune situazioni che vivono durante le loro giornate. Si suggerisce per esempio di farla seguire all’attività dedicata al Diario delle Buone Azioni (vedi articolo del blog NotFormalTeacher: Clicca qui).
Può essere fatta anche con gruppi di ragazzi ed adulti che abbiano già sperimentato delle attività introduttive sul tema delle emozioni.


Emozioni gli allievi e ti emozioni mentre insegni?
Vuoi scoprire come utilizzare la sfera emotiva per potenziare l’apprendimento dei tuoi allievi? Sapevi che questa attività utilizza i principi dell’Educazione Non Formale? Per scoprire quali sono e come utilizzarli nella costruzione e sviluppo delle tue lezioni vieni a scoprire di più nel prossimo incontro Didattica Inclusiva attraverso la NFE con Sara Marini!
→ CLICCA QUI E SCOPRI LE PROSSIME DATE! ←



Come preparare la tavola delle emozioni?

Consegnare ad ogni alunno una foglio-tavola (disegnato come se fosse la tavolozza dei colori di un pittore) con vari cerchi. In ogni cerchio deve essere inserito uno stato d’animo dai bambini.

1. Dare una piccola descrizione di ogni emozione riportata
2. Chiedere ad ogni bambino di scegliere che colore abbinare all’emozione riportata
3. Chiedere ad ogni bambino di scegliere tra quelle riportate 3 stati d’animo che pensa di aver vissuto
4. Chiedere ad ogni bambino di pensare e/o descrivere brevemente tre momenti della propria vita in cui ha provato gli stati d’animo selezionati (una situazione per ogni emozione)
5. Far ascoltare 3 differenti brani musicali precedentemente scelti e chiedere ad ogni alunno di abbinare le musiche ai tre stati d’animo prescelti
6. Mettere le tre musiche e chiedere ad ogni bambino di muoversi liberamente interpretando l’emozione che hanno scelto.
7. Chiedere ai bambini di scegliere tra queste tre quella che preferiscono e dividerli in tre gruppi. Ogni gruppo corrisponde ad una musica.
8. Far muovere un gruppo alla volta sulla musica, chiedendo di pensare alla propria emozione ma con la possibilità di interagire tra di loro.  Dopo circa 30’’ secondi chiedere di comporre una foto di gruppo.
Ripetere per tutti e tre i gruppi.

 

Lasciamo che in questo spazio i partecipanti si sentano completamente liberi di dare forma e colore alle loro emozioni.

Avanti tutta!


Entra nella NOT FORMAL TEACHER COMMUNITY!

Una proposta pensata per i più tenaci insegnanti non formali. Per chi è stanco di sentirsi dire “c’è un problema” oppure “ma abbiamo sempre fatto così, perché cambiare?”, per chi nel proprio lavoro educativo è alimentato dal desiderio di essere la miglior guida possibile per i propri allievi perché vuole fare la differenza nella vita di qualcun altro.
Se ti ritrovi in queste parole entra a far parte di questo coraggioso equipaggio: materiali, strumenti e tanto confronto per alimentare la tua unica e straordinaria energia professionale e personale. Noi siamo pronti a salpare!


ULTIMI ARTICOLI

Ricominciare da capo

Ricominciare da capo “No matter how hard the past is, you can always begin again.” Buddha   Non importa quanto duro sia stato il passato, puoi sempre ricominciare da capo. [...]

Leave a Comment

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

0